mercoledì 24 agosto 2016

Carlo Alberto Parmeggiani

DI NOTTE, UN LUME DALLA STRADA

Alla maniera di Ssu- K’ung Shu

Lontano ci ha tenuti l’allegria e la tristezza,
estranei io e te a quello che eravamo.
In camera d’albergo tale e quale una reggia
mettiamo fine alla nostra incomprensione.
Il barbaglio della luce di un fanale
che riga illuminando il soffitto dalla strada
ci avverte che ancora prigionieri
siamo di un amore che non ha domani.

da “Poeti e Poesia”, N. 37 – Aprile 2016